News

riflessione.

Ciao!
Vorrei riflettere su una cosa.
In pochi giorni ho avuto due attacchi di tosse molto forte nei quali mi si è chiusa la gola.
La prima volta si è verificata nella notte tra sabato e domenica, erano le 3.15. Quello che vorrei far capire è l’entità dell’attacco.. perché non si tratta di “semplice” tosse forte.. mi sono svegliata che già non respiravo, la gola era letteralmente serrata. Mi sono catapultata in bagno, e solita routine.. per poco non mi vomitavo addosso, non riuscivo né ad aprire gli occhi né a rialzare la testa (sento la gola talmente tesa da dover stare china) e quando riaperto gli occhi per qualche secondo vedevo nero, poi piani piano mi sono rivista allo specchio: una maschera spaventata coperta di lacrime per lo sforzo.
Mi sono rimessa a letto, col cuore a mille e un mal di testa via via sempre più forte.. Mi sono spostata allora al pc e fino alle 5.30 son rimasta a vedere serie tv.
Mi sarò riaddormentata dopo le 6.30…
Il secondo attacco è capitato proprio stamattina. Stavo ripassando a voce alta un argomento che sto studiando quando ho iniziato ad avere qualche colpo un po’ forte. Ho aspettato un attimo e ho ripreso. Quasi immediatamente è partito l’attacco, mi son sentita “andare giù”, nel senso che ho sentito subito la gola tendersi e portarmi la testa verso il basso. Poi si è chiusa… cercavo di tenere gli occhi aperti ma via via si faceva sempre più scuro, quindi si sono serrati. Durato un po’meno rispetto al solito, ma la maschera me la sono ritrovata comunque in faccia.
Ecco, dopo questi fatti mi vien da riflettere su quanti problemi mi faccio e su come queste tarature mentali non mi facciano vivere al meglio “quando sto bene”. I veri problemi sono altri.. nei momenti in cui non respiro l’unica cosa importante è.. tornare a respirare. E metaforicamente dovrei tornare a respirare da tutte le ansie, preoccupazioni… tutto risolvibile! Mi sto rendendo conto di dover vivere al 100% ogni giorno, accettare i “problemi” che la vita mi pone e preoccuparmi solo nel momento effettivo in cui si presenta qualcosa, non giorni prima come mio solito. Devo investire nel mio tempo, nella mia crescita personale, e nel mio futuro.
Mi sto dirigendo verso la scelta di svariati corsi, perché se ora (tra le altre cose che mi preoccupano) non trovo lavoro “perché non ho sufficiente esperienza”, ho deciso di investire nella mia formazione in vari campi, così da crearmelo, il lavoro.
E mi rendo conto di quanto stia crescendo “grazie” a Wolfram. Forse certe cose si danno per scontate nella certezza di vivere ogni giorno. Ma quando ogni giorno è un’incognita.. le cose si fanno interessanti!
Federica

About the author

federica

Ideatrice e Curatrice del sito Sindromewolframitalia.com

Leave a Comment

cinque + 6 =