F. L’Ultimo pezzo del Puzzle

8,89

Categoria:

Descrizione

Raccontare cosa significa vivere con una malattia rara. Cosa per nulla semplice. Soprattutto quando la storia è stata raccontata tante di quelle volte che alla fine si rischia di entrare nel girone di pensieri che la propria vita ormai ruoti intorno a quello. Si rischia di confondere cosa SI HA con chi SI E’. E ogni volta è doloroso ripartire a raccontare da zero come è iniziato tutto.
Quando ci hanno proposto di scrivere un testo in cui spiegare cosa significa avere a che fare con un ospite indesiderato come una malattia, la persona che ho al mio fianco (e che non smetterò mai di ringraziare…) mi ha subito fatto la contro proposta di scriverla lui, perché sa come mi sento ogni volta che devo parlarne. Così mi ha evitato di ricadere nel “buco nero” in cui scivolo quando riprendo a pensare a tutte le visite, esami e ai passi che faticosamente mi hanno portato ad avere la diagnosi. Mi ci sono voluti quasi due anni per capire come vivere senza lasciarmi condizionare dalla patologia, ma soprattutto per non vivere nella paura di quello che può succedere.
Ho scoperto una forza che non pensavo di avere, fatto esperienze e conosciuto persone che senza Wolfram non avrei potuto fare. Dopo due anni e mezzo dalla diagnosi, ho capito che dalle esperienze negative deve, e sottolineo DEVE, uscire qualcosa di positivo. Io il positivo l’ho trovato per me stessa, dopo tanti anni di autostima sotto ai piedi, non sapere che ruolo avere nella vita, sentirsi inutile… Sto tirando fuori la vera Me!
Grazie per aver acquistato il libro. Ci aiuterete nel nostro cammino nell’intenzione di far luce nel buio.